Favignana, quindici detenuti puliscono l'Area marina protetta

La Repubblica

1,5K visualizzazioni1

    Quindici detenuti della casa di reclusione "Giuseppe Barraco" di Favignana saranno impegnati in lavori di pulizia e tutela dell'ambiente nelle isole Egadi, in collaborazione con l'Area Marina Protetta, grazie al progetto "Mi riscatto per... il futuro", promosso a livello nazionale dal Ministero della Giustizia. In occasione della sottoscrizione del protocollo d'intesa, che sancirà l'inserimento lavorativo dei detenuti, alla presenza del direttore del Dap Bernardo Petralia, è stata anche fatta richiesta da parte del sindaco Francesco Forgione di avviare l'iter per la riconsegna del Forte di "San Giacomo" e della "Corea" alla comunità favignanese.di Giovanna Sfragasso

    Pubblicato il 11 giorni fa

    Commenti

    1. Anna RACANO

      Bravi ....bella iniziativa almeno ..spingono molti detenuti a riscattarsi!

    2. Franca Sbaizero

      Ottima iniziativa. Ci sono ancora carcerati per le buone cose

    3. Apapaia TheOriginal

      Gli manca la palla ai piedi...cosi non vale

    4. Rox rox

      Grazie di cuore a tutti voi !

    5. Marisa Bove

      Sono felice ,spero si ampli auguri continuate,,,,

    6. FlexingEverywhere

      Bel progetto per reintrodurre i detenuti nella società. Con la buona educazione e il buon impegno si possono far cambiare le persone.

    7. Sir Vaugh

      Sarebbe anche utile migliore le carceri, visto che abbiamo le più sovraffollate d'Europa. Siete vergognosi.

    8. Amanda Amanda

      É cosa buona e giusta. Speriamo di poter tornare presto.

    9. Laura

      Ottimo 👏👏